highlander

NE RESTERÀ SOLTANTO UNO

Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento

(Leon C. Megginson)

Questo è il tempo del CORONA VIRUS, il mondo sta cambiando ad una velocità inaspettata. Molte aziende non sopravviveranno, molte altre invece inizieranno una nuova vita, e questo accade storicamente all’alba di ogni rivoluzione sociale: tu da che parte vuoi stare?

LA SOLUZIONE C’È!

Dedicami qualche minuto, ho un paio di idee che possono farti trovare una soluzione concreta, per te, per la tua azienda, per i tuoi cari.

Caro/a amico/a che mi leggi, oggi dopo un lungo silenzio credo sia giunto il momento di ritornare a parlare DI NOI, a parlare TRA NOI.

Come sai questo blog è dedicato al mondo dell’Hi-Tech utile alle persone, particolarmente a chi non è nato in era digitale, a quello che ho definito WEB 50.0 strizzando l’occhio all’anagrafe tecnologica.

Vediamo quindi se ed in che misura la tecnologia può aiutarci in questo delicato (non drammatico) momento di cambiamento radicale di abitudini, sistemi relazionali ed imprenditoriali.

Oggi non si parla d’altro che di “coronavirus”, di morte e distruzione ed è assolutamente vero: ne resterà soltanto uno!

Non perché tutti moriremo per gli effetti clinici di questo bizzarro “giocattolo” sfuggito di mano a qualche topo di laboratorio in camice con le mostrine, ma per le conseguenze economiche che ne deriveranno.

In un momento storico già così delicato per le imprese italiane spremute da una fiscalità impossibile da sostenere, massacrate da una concorrenza iniqua legata ad una globalizzazione dissennata, ci troviamo oggi ad affrontare una serrata totale.

GUARDIAMO AVANTI

Totale quanto inevitabile data la virulenza del COVID 19 della cui pericolosità non discuto, quindi: ubi maior minor cessat! L’inevitabile è alle porte cari amici.

Non voglio certo fare la Cassandra di turno, sono già in molti a predire un futuro in stile L’ombra dello scorpione.

the_stand_stephen_king

Voglio piuttosto ragionare con te su quali possibili strumenti potremo utilizzare per uscirne vivi, come Uomini e come lavoratori. Imprenditori, dipendenti, collaboratori commerciali… devono avere un futuro diverso da questo.

Tutti in varie misure siamo legati alla stessa filiera, a quei processi che sopravviveranno solo se troveremo un modo nuovo per vivere ASSIEME, senza prevaricazioni e discriminazioni, privilegiando le competenze e le attitudini delle persone non i ruoli che spesso non ci rappresentano minimamente.

VISIONE E INNOVAZIONE

Quindi da dove partire?

Semplice, dall’osservare cosa sta accadendo, comprenderlo, accettarlo come realtà e non come chimera perché solo attraverso una nuova visione potremo trovare una nuova dimensione.

I mezzi, gli strumenti utilizzati da chi sta ottenendo successo sono un buon punto di partenza, ma non basta; dobbiamo prevenire prima che curare, e mai come in questi infausti giorni ti suonerà vero.

Conosci il concetto di “early adopetr”? Letteralmente significa “utente precoce”, quello che noi potremmo definire un INNOVATORE cioè quel tipo di persona, il 13,5%, che ama precorrere i tempi, quello che amo definire VISIONARIO.

Il grafico rappresenta, nella nostra declinazione, il successo imprenditoriale di chi precorre o si limita a seguire le tendenze, successo che verrà amplificato dagli “early majority” cioè dai cosiddetti VISIONARI PRAGMATICI, uomini e donne che riescono a rendere possibile un sogno attraverso impegno e resilienza.

Nel nostro caso significa:

  1. Analizzare il mercato, informarsi, studiare e predisporsi ad utilizzare nuovi strumenti
  2. Vedere e valutare le soluzioni, formarsi per poterle utilizzare al meglio
  3. Mettere in opera tutto quanto possibile in tempi brevi con impegno e determinazione

Chi aspetta che le cose siano consolidate si dovrà confrontare sempre con altri che nel frattempo avranno già preso il mercato facendosi riconoscere, e non avrà altra soluzione che spaccarsi la schiena per poi combattere esclusivamente sul prezzo, indebolendo il mercato.

LE 2 SOLUZIONI POSSIBILI

Quindi cosa fare? Io la vedo così:

  1. Prima di tutto facciamo quadrato tra di noi, difendiamo il nostro mercato: COMPRIAMO ITALIANO! Diamo energia alle nostre aziende e costruiamo un nuovo futuro.
  2. Quindi IMPARIAMO AD USARE LA TECNOLOGIA! Si caro amico no-digital, proprio così. Usciamo dal nostro orticello, NON rassegniamoci a subire come farebbe la rana bollita, perché i nostri competitors (spesso stranieri) non aspettano altro.

Non vedono l’ora che gli Italiani per l’ennesima volta dimostrino di essere un popolo di buffoni da manipolare senza pietà…

Ma noi la pietà non la vogliamo, vero? Non vogliamo perdere questa ghiotta occasione per dimostrare a tutto il mondo che siamo un Popolo di Uomini e Donne che sanno fare sacrifici, rimboccarsi le maniche e dimostrare, come più volte abbiamo dimostrato nella storia, che possiamo fare la differenza.

L’araba fenice è tricolore!

Non siamo spaghetti e mandolino, siamo gli INVENTORI della pizza e del mandolino!

Nessuna retorica, pura verità.

Quindi… inizia a comunicare con i tuoi clienti attraverso quel canale che i tuoi concorrenti sanno usare così bene: il WEB.

Esistono infinite opportunità che stanno attendendo solo te, caro/a amico/a orgoglioso/a di ciò che fai ma che non lo sai raccontare al grande pubblico, esiste un mondo che ti attende, che attende le tue eccellenze, quel nostro modo tutto italiano di fare la differenza, e la storia ne è testimone.

Da anni, con grandissimo sacrificio mi occupo di questo: trovare soluzioni che creino opportunità reali alle nostre imprese e… SONO A TUA DISPOSIZIONE!

Scrivimi, chiamami, trovi i miei recapiti in home page. Non chiedo di meglio che poterti essere d’aiuto, perché se ciascuno mette a disposizione le proprie conoscenze… 

“NE RESTERÀ SOLTANTO UNO” ma quell’uno sarai tu,

saremo noi come unità coesa, indissolubile di uomini e donne vincenti. 

Ora, prima di lasciarti, lasciami dire una cosa… CE LA POSSIAMO FARE se agiamo come popolo e non come individui, uscendo dalla pigrizia mentale della CONFORM ZONE abbandonando il conformismo, dando spazio a quella che è sempre stata universalmente riconosciuta come la nostra principale virtù: la GENIALITÀ!

 

 

 

 

#iocomproitaliano   #tuconti   #fattisentire   #ilweb50punto0

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp